top of page

Arriva un fratellino! Come gestire il sonno con più figli




L'arrivo di un nuovo bambino in famiglia è un momento molto emozionante per i genitori e per il suo fratello. Tuttavia, prendersi cura di due (o più) bambini piccoli è impegnativo e può diventare una vera sfida per tutta la famiglia che deve abituarsi a una nuova realtà. Il fratello maggiore potrebbe essere in difficoltà manifestando sentimenti contrastanti come la gelosia, potrebbe sentirsi trascurato, non amare il cambiamento all'inizio. Questo potrebbe provocare una regressione.


La nanna è uno dei momenti che i bambini tendono a respingere. Molti bambini iniziano a boicottare i pisolini, a sballare gli orari per andare a letto e a svegliarsi piu’ frequentemente di notte dopo l'arrivo del neonato.


Ma ci sono delle soluzioni per affrontare e gestire questa situazione con più serenità.

Ecco i miei consigli, sia per la mamma che per il papà,  per gestire il sonno dopo l’arrivo di un altro bambino. Spero che ti possano aiutare in modo che la tua famiglia riesca a riposare il più possibile!


1.   Capire il sonno


Il primo passo per ottenere un sonno ottimale è capire le esigenze di sonno di tutti i membri della famiglia. Ricordiamo che neonati hanno bisogno di circa 16 ore in totale di sonno e nei primi 2 mesi di vita non sanno distinguere il sonno notturno da quello diurno.

È naturale che i neonati si sveglino frequentemente durante la notte per il latte, specialmente nel primo mese di vita.

Verso i 3 mesi iniziano a svilupparsi i ritmi circadiani e tra i 3-6 mesi i bambini sviluppano un "modello" di sonno piu’ preciso. Le giornate diventano piu’ equilibrate con 3-4 pisolini e l’ora della buonanotte diventa piu’ regolare e anticipata.

I bambini più grandi avranno bisogno di circa 12-14 ore di sonno in totale. I bambini dell'età prescolare e scolastica avranno bisogno di circa 11 ore di sonno notturno e niente più pisolini.

 

Infine anche un neogenitore può richiedere da 6-8 ore di sonno notturno (anche se all’inizio naturalmente frammentato).

Capire le proprie esigenze per il sonno ottimale e cercare di soddisfarle al meglio possibile è parte integrante per avere il controllo sul sonno di tutta la famiglia. Per esempio, sapendo come distribuire il sonno diurno del bimbo piu’ grande, stiamo attenti a non farlo dormire troppo a lungo per il pisolino, anche se la nostra eventuale stanchezza ne avrebbe giovamento, per non pagare le conseguenze la sera o di notte.


2. Assicurati che il tuo bambino abbia sane abitudini di sonno prima dell'arrivo del fratellino


Se il tuo bambino boicotta i pisolini e/o si sveglia spesso di notte, sarà molto più difficile gestire due bambini che si svegliano frequentemente con uno dei due che avrà bisogno di mangiare di notte. Ti consiglio di prendere un po’ di tempo prima della nascita per lavorare sul sonno del bimbo piu’ grande.  In questo posso aiutarti!

Se attualmente dormi con il tuo bambino nel lettone e desideri spostarlo nel suo lettino nella sua cameretta, cerca di fare questa transizione almeno 2 mesi prima dell’arrivo del fratellino. È meglio evitare che la transizione avvenga troppo avvicinata al parto e che il bambino si senta rimpiazzato dal nuovo fratellino.

Se è troppo tardi, puoi naturalmente continuare a condividere il letto con il bambino, ma cerca di preparare uno spazio sicuro e indipendente per il sonno del neonato, come una culla next to me.  Una volta che tutti si saranno abituati alla presenza di un neonato in casa, dopo circa 2-3 mesi sarà più facile fare la transizione del bimbo piu’ grande alla cameretta e al lettino.


3.   Tieni il bambino più grande nel lettino chiuso il piu’ lungo possibile e investi in una nuova culla/lettino di campeggio per il neonato.


Una delle sfide più comuni che noto è quella dove i genitori, cercando di evitare di acquistare un altro lettino, trasferiscono il loro bambino più grande, prima che sia pronto, in un letto aperto/materasso.  Per il bene del sonno di tutta la famiglia, cerca di attendere!

 

Quando un bambino viene collocato troppo presto in un letto più grande e aperto, spesso il sonno si sballa (anche se nella prima settimana dal cambiamento può sembrare tutto a posto).  Rimanere svegli frequentemente con un neonato e con un altro bambino che viaggia per casa, non e’ il massimo.

 

Cerca di rimandare il passaggio a un letto aperto finché il bambino non è pronto dal punto di vista dello sviluppo. Di solito questo avviene intorno ai 3+ anni o quando il bambino ti comunica la sua prontezza (senza che gli sia chiesto).

 

Prendi in considerazione l'idea di prendere in prestito o di comprare un secondo lettino usato (anche da campeggio).


4.   Cerca di mantenere una routine della nanna coerente.


I bambini apprezzano molto la coerenza e la routine della nanna come momento per trascorrere del tempo insieme.  Se riesci a eseguire la routine senza allattare/offrire il biberon nello stesso momento, cerca di mantenere questa modalità. Questo aiuterà a ridurre le battaglie per la nanna e i risvegli notturni e alleggerire il tempo ‘one to one’ con la mamma.

 

Prova a fare del tuo meglio per essere coerente il più possibile con i vari passi della routine della nanna. Pensa di preparare delle regole disegnate/incollate e appenderle insieme nella camera, coinvolgendo il bambino. Se la routine deve essere eseguita da un altro genitore/nonno(a)/babysitter assicurati che sia svolta con gli stessi passi e nello stesso ordine.





5.   Stabilire dei limiti.


Il momento di connessione pre-nanna è bello, ma conviene fissare dei limiti e cercare di rispettarli (anche in questo caso un aiuto potrebbero essere delle regole sul foglio, la sveglia con i colori, qualche rinforzo positivo sociale ecc.). Se cedete troppo e l'ora di andare a letto inizia a tardare, il bambino inizia a stancarsi troppo e faticherà ad addormentarsi. 

 

Questa è un’area in cui il nostro senso di colpa come neogenitori tende a raggiungere l’apice. Può essere particolarmente difficile se ci sentiamo in colpa per non aver trascorso con il bambino più grande tutto il tempo che avremmo voluto. Se il bambino usa tutte le tattiche per ritardare la buonanotte, può essere faticoso dire di "no".

 

Cerchiamo quindi di rispettare la routine e di non cedere! Solo una pagina del libro in più e non tutto il libro, un altro bacino e non 5… Altrimenti ogni sera successiva può diventare sempre più complicato mettere i limiti. Sarà molto più facile per il tuo bambino addormentarsi e avere il sonno consolidato se non è troppo stanco.


6.   Sincronizzare i pisolini.

Prova a sincronizzare uno dei pisolini del bambino piccolo con quello di mezzogiorno del bimbo piu’ grande. In questo modo potresti trovare un breve momento per te stessa/o mentre entrambi i bambini dormono.

 

Se il bambino più grande non fa più il pisolino pomeridiano, incoraggia un momento con delle attività tranquille nella sua cameretta mentre il piccolo fa il pisolino. In questo modo il bambino piu’ grande si rilasserà e tu potrai bere un cafè con calma.

 

Poi, durante il pisolino successivo del neonato, puoi passare del tempo con il bimbo grande.


7.   Le regole della casa


Se c'è stato un momento in cui mi sono sentita in preda al panico, è stato quando avevo appena iniziato a mettere a dormire mia figlia. È capitato che dovevo interrompere la routine pre nanna per gestire il comportamento del mio bambino più grande perché aveva davvero bisogno di me.

 

Anche se non è sempre possibile prevedere cosa ti chiederà il bambino più grande, assicurati che sia occupato e che i suoi bisogni siano soddisfatti. Prima di ogni allattamento o pisolino, chiediti se il tuo bimbo più grande ha abbastanza da fare prima di iniziare. In questo modo si possono evitare molte interruzioni.

È giusto stabilire delle regole per il sonno, per tutelare le esigenze di tutti. Assicurarsi per esempio che il fratello maggiore capisca che non deve svegliare il fratellino, può essere un semplice esercizio.


È giusto anche spiegare le aspettative al bambino più grande in merito all'ora della buonanotte del suo fratellino: ovviamente non le seguirà sempre, ma se hai bisogno di 20 minuti di tranquillità nella stanza per allattare, rilassare e mettere il neonato nella culla, e tutto può essere fatto in sicurezza di entrambi i bambini, conviene mettere in atto un piano per farlo.


8.   Incoraggiare l’indipendenza


Incoraggiare il bambino già da prima della nascita del fratellino ad essere indipendente può aiutarti a guadagnare un po’ di tempo, soprattutto quando il neonato avrà bisogno di te. Sicuramente ci saranno i momenti in cui il grande farà fatica ad allontanarsi da te, ma non vuol dire che non si possa fare dei tentativi per favorire la sua indipendenza.

Comincia a dargli molte opportunità di giocare da solo anche se solamente per qualche minutino. Puoi fare una scorta di giocattoli semplici da dargli una volta ogni tanto oppure farli ruotare per risvegliare il suo interesse. Forniscigli materiale artistico con cui possa lavorare da solo, in modo da guadagnare un po’ di tempo quando devi stare con il neonato.

Cerca di incoraggiare l'autosufficienza insegnando il bambino a svolgere da solo alcune delle attività quotidiane. Certo, ci vorrà più tempo per fargli ordinare i calzini o lavarsi i denti, ma immagina quanto tempo in più potresti avere una volta che avrà imparato a svolgere questi compiti.


Se il bambino più grande dorme in un letto aperto e si sveglia più presto del neonato, potresti stabilite un posto in casa, lontano dall’ambiente del sonno del neonato, in cui possa giocare finché non si alzano tutti gli altri. Questo può anche essere un 'posto speciale' dove giocare al momento della buonanotte o dei pisolini se fatti in culla.


Altre idee per semplificare la quotidianità con due bambini piccoli:


  • mentre allatti potreste leggere insieme un libro o inventare delle storie

  • una fascia ergonomica per neonati consente di svolgere semplici attività in casa e favorisce persino l'addormentamento del piccolo nei primi mesi di vita. Potresti usarla durante preparazione dei pasti coinvolgendo il tuo bimbo grande in cucina, oppure per leggere i libri insieme.

  • chiedigli di diventare il tuo aiutante con il neonato- di passarti un pannolino o delle salviette o aiutare a fare il bagnetto al piccolino. Può essere molto divertente ed educativo e aiutare a creare un legame sempre più forte tra i fratellini!


È possibile trovare un equilibrio e aiutare il bambino grande ad adattarsi alla nuova realtà , ma ci vorrà un po' di tempo, costanza e pazienza! È un grande cambiamento per tutti e, come sempre in queste situazioni, è importante avere delle aspettative realistiche e darsi del tempo per vedere dei risultati. Spero che questi consigli per gestire il sonno del tuo bambino con un nuovo arrivato ti possano essere utili!

 

 



53 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Opmerkingen


bottom of page