6 idee per come superare le vacanze di Natale (e non solo) con meno disturbi del sonno possibile



Prima di diventare mamma, ho passato tanti anni a godermi ogni stagione festiva preparando dei dolci natalizi, cercando i regali speciali per i miei cari, ascoltando canzoni natalizie, godendomi del tempo libero dal lavoro e….dormendo di più!


Però dopo aver avuto mio figlio, posso dire in tutta onestà che il Natale è molto più bello perché posso condividerlo con il nostro piccolo. La magia della stagione brilla di più quando la vedi attraverso gli occhi di tuo figlio.


So anche quanto è difficile vedere questa magia quando si è stanchi per tutti i preparativi, eccessivi stimoli che spesso possono causare disturbi del sonno dei nostri piccoli e più irritabilità. Anche gli ospiti diventano una distrazione in più nella routine del bambino.

Se ti preoccupa il fatto che la giornata del tuo piccolo possa diventare caotica e causare le notti in bianco, la buona notizia è che non deve essere così (almeno non completamente;).


Questi suggerimenti ti aiuteranno a bilanciare il divertimento caotico tra i preparativi e gli ospiti, dando comunque priorità alle esigenze di sonno del tuo bambino.


Posto per il sonno


Se hai intenzione di rimanere nella casa dei parenti per più di un giorno, vale la pena di pensare in anticipo dove dormirà il tuo bambino, cercando di offrirgli le migliori condizioni possibili. Cerca di ricreare l’ambiente a cui è abituato – se il bimbo dorme nel suo lettino una buona idea sarebbe portare il lettino da viaggio con il materasso e il lenzuolo che il bambino conosce bene. I lettini da viaggio sono relativamente economici, molto facili da aprire e chiudere, sono molto pratici - puoi portarli con te per le future vacanze ma anche per il pranzo domenicale dalla famiglia. Ti potranno servire fino a oltre i 3 anni.

Cerca di oscurare la camera dove dormirà il bambino, anche per i sonnellini. Se le finestre non hanno tapparelle o tende oscuranti, per coprire i vetri puoi usare eventualmente i sacchi grossi dell’immondizia, pezzi di cartone, coperte di emergenza, tende a rullo oscuranti, pellicola nera per finestre etc. Sono opzioni strane ma importante è che funzionino!


Ritmo del giorno


È importante dare priorità al sonno del tuo bambino e mantenere i suoi ritmi il più costanti possibile - soprattutto se il bambino è sensibile ai cambiamenti di orario e/o è un bambino che ha bisogno di dormire molto. Penso che preferiate evitare di vederlo eccessivamente stanco e sentirlo piangere di più per questo motivo.

Un altro pisolino


Se hai in programma una cena tutti insieme fino a tardi, una buona idea sarebbe di aggiungere un altro breve pisolino nel tardo pomeriggio (fino a 20-30 minuti è sufficiente!) e spostare un pochino l’ora di metterlo a letto.

Una zona tranquilla

Dormire di giorno può diventare una bella sfida - dobbiamo ricordare che alcuni bambini tendono a diventare facilmente troppo stimolati da tante distrazioni intorno a loro che possono non essere abbastanza motivati per andare a dormire. Come evitare il pericolo che un bambino diventi disturbato?

Cerchiamo di creare una zona tranquilla in casa- magari in una camera da letto o in un angolo tranquillo. Spieghiamo ai familiari perché lo stiamo facendo.

Ogni tanto puoi portare il piccolo in questa zona per 20-30 minuti, per giocare tranquillamente e per calmarlo. Puoi semplicemente leggere una storia o guardare dei libri illustrati.

Mentre per un bambino più grande (oltre 2 anni) saltare per una volta un pisolino probabilmente non creerà grande fastidio, per quello più piccolo può portare fatica ad addormentarsi di sera, a dormire tranquillamente di notte e più a lungo alla mattina. In questa situazione, cerca di osservare bene il tuo bambino, preparare una bella e tranquilla routine prima del sonno e assicurarti che le condizioni in casa siano ottimali mentre il bambino dorme (utilizzando per esempio il rumore bianco che può coprire eventuali altri rumori). Il bambino ogni tanto avrà bisogno di più supporto per addormentarsi se si sente disturbato. È Naturale! Cerca però di non introdurre troppe nuove abitudini e, una volta che la situazione si è tranquillizzata, torna ai vecchi approcci (specialmente se il bambino sapeva già addormentarsi in modo autonomo).


Autostima


Il Natale con i piccoli, anche nel contesto del sonno, è... un esercizio per perfezionare la propria autostima nel ruolo di mamma. Non ti va di seguire i consigli delle nonne, zie e di tutti gli altri? Sicuramente vogliono aiutare, ma ricorda che ogni bambino è diverso e che sei TU CHE CONOSCI BENE IL TUO BAMBINO e sai cosa è meglio per lui.

Divertiti e sii felice!


Ti auguro di passare un bel Natale anche se quest’anno sarà molto diverso da come siamo abituati. Il fatto di dover essere separati dai propri cari (e per molti altri motivi) può naturalmente portare stress. Anche i continui cambiamenti nella routine quotidiana dei bambini possono mettere in confusione molte famiglie. Non stressarti per ogni singolo sonnellino che non è andato come speravi. Hai mai sentito della regola 80/20?

Significa che per l'80 per cento del tempo tieni la routine del tuo bambino in orario e per il 20 per cento puoi cambiarla un po' a causa delle circostanze. Se cercherai di rispettare questa regola, il ritorno alla vecchia routine non dovrebbe risultare molto complicato per il bambino.

19 visualizzazioni0 commenti

Vuoi sapere di più sul sonno dei bambini?

Seguimi su Instagram e Facebook!

  • Instagram

© 2023 by Mother & More. Proudly created with Wix.com