È la dentizione la causa dei vostri problemi con il sonno?


„Il mio piccolo non dorme bene da settimane, devono essere i dentini!”

Quante volte ho sentito o letto questa frase!


È abitudine comune dare la colpa alla dentizione nei periodi dei problemi con il sonno. Dopo parecchie ricerche che condividerò con voi qua sotto, diventa molto più che evidente che la dentizione non influisce sul sonno così tanto come si pensa.

Immagino che per alcuni sia un po’ uno shock; comunque ti invito a continuare la lettura...


Ora che ho fatto questa affermazione scioccante e rivoluzionaria, cerchiamo di scoprire le cause dei problemi di sonno del tuo piccolo!

Prima di diventare Consulente del sonno, quando il mio figlio aveva 5 mesi, da una notte all’altra

ha cominciato a svegliarsi ogni due ore (prima già dormiva molto bene). Il mio primo pensiero è stato: “cominciano a spuntare i primi dentini”!

Indovinate un po’?...il primo dente gli è uscito dopo 3 mesi. Dopo aver scoperto il vero motivo dei suoi parecchi risvegli e dopo che l’ho aiutato a ricominciare a dormire bene, ha continuato a dormire durante tutti gli altri periodi della dentizione. Quindi penso di aver trovato la giusta alternativa.


La dentizione è diversa dalle regressioni del sonno perché per ridurre il fastidio delle gengive arrossate

e infiammate puoi semplicemente usare qualche rimedio. Ci sono diversi tipi di opzioni: olii, massaggiagengive, farmaci omeopatici (la camomilla, l’erba gatta, il timo e la calendula), antidolorifici per gestire il dolore.


Ma la dentizione è davvero la causa dei problemi di sonno? O forse c’è un’altra cosa che in questo momento (o magari già da prima) sta iniziando a ritorcersi contro/non funziona più?



La dentizione può iniziare in qualsiasi momento, in media da 4 mesi fino a più di 2 anni. In questo periodo

di tempo, al tuo bambino spunteranno circa 20 denti. Alcuni denti “scoppieranno” contemporaneamente

e per fortuna non tutti causeranno i disturbi.

Ora pensa - un dente può causare problemi per i 3-5 giorni che sono necessari per uscire, allora ti trovi

di fronte a circa 60 - 100 notti insonni- solo per la dentizione! Accidenti.


Ho causato un altro shock? Allora immagina questo scenario: hai un bambino di 6-7 mesi che ora si sveglia ogni 1,5 ore di notte. Sarebbe anche il momento dei primi dentini, deve essere questo! Ma passano le settimane e i denti non spuntano...oppure è spuntato il primo dentino ma i risvegli ogni 1,5 ore continuano? E allora, come possono essere ancora i denti che non vi fanno dormire?

Non lo sono.

La dentizione può essere una “scocciatura” perché sappiamo che prima o poi succederà, ma quando…. è un mistero!

Quando non dormiamo bene spesso vogliamo dare la colpa a qualcosa che giustifichi la privazione del sonno, e la dentizione è una scelta facile (o scatti di crescita ma questo argomento lo lasciamo perdere per oggi)

L'unica cosa su cui gli esperti sono d'accordo è che la dentizione non è così dolorosa come noi genitori pensiamo che sia. Il dente non dà in realtà una pugnalata alle gengive, ma più che altro le gengive

si rimodellano per permettere al dente di emergere. La maggior parte non sanguina nemmeno, giusto?

Si potrebbe pensare che se la dentizione fosse così dolorosa, ci sarebbero sintomi coerenti su tutta la linea, ma non è così.

Questo studio è uno dei più approfonditi e meticolosi. I ricercatori hanno mandato i dentisti a casa di 47 bambini di età compresa tra i 5 e i 15 mesi OGNI giorno per 8 mesi. Hanno controllato la temperatura, esaminato le gengive, intervistato i genitori, ecc. Lo studio ha evidenziato che la dentizione era associata a disturbi del sonno, sbavatura, sfoghi cutanei, naso che cola, diarrea, perdita di appetito, irritabilità e leggeri aumenti di temperatura (non febbre clinica). Ma la cosa interessante è che questi sintomi si sono verificati costantemente solo il giorno in cui è uscito il dentino e il giorno successivo. Nessun sintomo si è verificato regolarmente nei giorni precedenti la comparsa del dente.


Un altro studio della Cleveland Clinic, basato sulla raccolta di migliaia di dati, ha confermato che PRIMA del giorno stesso dell'uscita del dentino non c'erano disturbi che potessero far capire che il dentino stava spuntando. Poiché altri momenti di crescita spesso coincidono con la dentizione, è facile attribuirle delle cause che invece sono provocate da altri fattori.

Quindi che cosa sta causando i problemi di sonno se non è dentizione?

Se il bambino ha i ritmi biologici del sonno fuori posto e se fa fatica a collegare i cicli del sonno in modo indipendente (cioè è abituato ad addormentarsi e riaddormentarsi sempre con l’aiuto di stimoli esterni), allora continuerà a svegliarsi dopo ogni (o quasi) ciclo del sonno per chiederti di farlo al posto suo.

Questo vuol dire che se viene allattato (cullato, in passeggino, con il biberon) per dormire all'inizio della notte, allora sarà questo di cui avrà bisogno durante ogni risveglio notturno per tornare a dormire. Non è giusto farlo per lui e poi aspettarsi che lo faccia da solo. Purtroppo non funziona così (e se nel vostro caso funziona, allora hai una perla unica!;)).

Se dentro di te senti che è solo un momento in cui qualcosa non va (dolore ai denti, malattia, ecc.) allora fidati! Ma se si tratta di una situazione continua che vi porta molta stanchezza, valuta se non sia il momento di riprendere il controllo e aiutare il tuo bambino a dormire meglio……


Se ti serve un aiuto, sai dove puoi cercarlo .... :)

40 visualizzazioni

Vuoi sapere di più sul sonno dei bambini?

Seguimi su Instagram e Facebook!

  • Instagram

© 2023 by Mother & More. Proudly created with Wix.com